Imprese e Startup – I bandi attivi ed in uscita

imagesQueste le misure in oggetto :

 

AUTOIMPRENDITORIALITA’  TITOLO I (ATTIVITA’ RICETTIVE B&B, AFFITTACAMERE E ALBERGHI)  Finanziamenti in conto interessi (mutuo agevolato con interessi vicini allo zero) per la creazione di nuove società o l’ampliamento di società già esistenti. La misura riguarda i giovani fino ai 35 anni e le donne di qualunque età. SPORTELLO IN FASE DI APERTURAMANCA IL DECRETO CHE SANCISCE I CRITERI E LE MODALITA’.

 

AUTOIMPIEGO “INVITALIA” Finanziamenti a fondo perduto(50%) e mutuo agevolato (50%) sull’investimento e la gestione per l’avvio di nuove imprese. Bando a Sportello (Aperto) con chiusura dello stesso successivamente all’esaurimento dei fondi.

 

SMART&START “INVITALIA” Finanziamenti a fondo perduto sulla gestione e l’investimento (fino al 75%) per l’avvio di nuove Società che apportano innovazione , anche sociale ed ambientale, di processo, prodotto e di gestione. Bando a Sportello (Aperto) con chiusura dello stesso successivamente all’esaurimento dei fondi.

 

BANDO RETI DI IMPRESE OPERANTI NEL SETTORE TURISTICO “MINISTERO BENI CULTURALI E TURISMO” Finanziamento a fondo perduto per investimenti rivolti a promuovere e sostenere i processi di integrazione tra le imprese turistiche attraverso lo strumento delle reti di impresa, con l’obiettivo di supportare i processi di riorganizzazione della filiera turistica, migliorare la specializzazione e la qualificazione del comparto e incoraggiare gli investimenti per accrescere la capacità competitiva e innovativa dell’imprenditorialità turistica nazionale, in particolare sui mercati esteri. SCADENZA BANDO: 9 MAGGIO 2014.

 

BANDO INAIL Finanziamenti a fondo perduto (65%) per i progetti di investimento finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Possono essere accettati i seguenti progetti di investimento: · Ristrutturazione o modifica strutturale e/o impiantistica degli ambienti di lavoro · Installazione e/o sostituzione di macchine, dispositivi e/o attrezzature · Modifiche del layout produttivo · Interventi per la riduzione l’eliminazione dei fattori di rischio. SCADENZA BANDO: 8 APRILE 2014.

 

MACCHINARI INNOVATIVI “MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO” La sovvenzione copre il 75% delle spese ammissibili ed è restituita dall’impresa beneficiaria(manifatturiero, servizi ed energia) per una quota variabile in relazione alla dimensione (70% per le piccole imprese, 80% per le medie, 90% per le grandi). I programmi ammissibili alle agevolazioni devono prevedere la realizzazione di investimenti innovativi, ossia l’acquisizione di immobilizzazioni materiali e immateriali tecnologicamente avanzate in grado di aumentare il livello di efficienza o di flessibilità nello svolgimento dell’attività economica oggetto del programma di investimento. Bando a Sportello. Apertura dello Sportello : ore 10 del 27 Febbraio 2014. 

 

INCUBATORI “INVITALIA” Fondo Incubatori è l’incentivo destinato alle piccole e medie imprese, settori manifatturiero e servizi, che sono già insediate in uno degli incubatori di rete o che abbiano già presentato domanda di insediamento. Il fondo eroga finanziamenti a fondo perduto (65%) sull’investimento. Apertura dello Sportello per presentare domanda: 3 Aprile 2014.

INTERNAZIONALIZZAZIO NE RETI IMPRESE Aumentare e migliorare, attraverso l’aggregazione delle imprese, la competitività delle PMI sui mercati esteri. Beneficiari sono i raggruppamenti di pmi e consorzi anche in forma di reti d’imprese.AVVISO A SPORTELLO. Le domande di accesso possono essere presentate a partire dal quindicesimo giorno dopo la pubblicazione dell’Avviso sul BURP, fino al termine ultimo del 30 settembre 2014.

 

LEGGE SABATINI BIS “MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO” Finanziamento in conto interessi. Lo strumento è rivolto alle PMI, operanti in tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, che realizzano investimenti (anche mediante operazioni di leasing finanziario) in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché investimenti in hardware, software e tecnologie digitali. Bando a sportello che si apre il 31 Marzo 2014 alle ore 9.

 

PROGRAMMA COMUNITARIO “EUROPA CREATIVA: CULTURA” Beneficiari sono le Associazioni, Enti Pubblici e le Imprese. Le priorità del sottoprogramma Cultura sono: il rafforzamento della capacità dei settori culturali e creativi di operare a livello transnazionale e internazionale e la promozione della circolazione e della mobilità transnazionale. Per realizzare le priorità definite nel regolamento, il sottoprogramma Cultura fornirà sostegno, in particolare: (a) ai progetti di cooperazione transnazionale che riuniscono organizzazioni culturali e creative di vari paesi nello svolgimento di attività settoriali o transettoriali; (b) alle attività delle reti europee di organizzazioni culturali e creative di vari paesi; (c) alle attività delle organizzazioni a vocazione europea, che promuovono lo sviluppo di nuovi talenti nonché la mobilità transnazionale di operatori culturali e creativi e la circolazione delle opere e che sono dotate del potenziale necessario per esercitare un’ampia influenza nei settori culturali e creativi e produrre risultati duraturi; (d) alla traduzione in ambito letterario e all’ulteriore promozione delle opere letterarie tradotte.BANDI ATTIVI DAL 2014 AL 2020

 

PROGRAMMA COMUNITARIO “HORIZON 2014-2020” Riunisce in un unico programma tutti gli investimenti UE per la ricerca, innovazione e sviluppo competitivo delle PMI. BANDI ATTIVI DAL 2014 AL 2020.

 

PROGRAMMA COMUNITARIO “EUROPA PER I CITTADINI” Finanziamenti a fondo perduto per i progetti rivolti alla sensibilizzazione dei cittadini sui diversi aspetti della cittadinanza europea. BANDI ATTIVI DAL 2014 AL 2020

 

 

POI ENERGIA “MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO” Il Ministero ha predisposto un bando per il finanziamento di programmi integrati d’investimento finalizzati alla riduzione ed alla razionalizzazione dell’uso dell’energia primaria utilizzata nei cicli di lavorazione e/o di erogazione dei servizi svolti all’interno di unità produttive esistenti e localizzate in una delle Regioni Convergenza (Calabria, Campania, Puglia, Sicilia). I programmi d’investimento ammissibili dovranno prevedere il cambiamento fondamentale del processo di produzione tale da ottenere una riduzione nominale dei consumi di energia primaria. Il valore degli investimenti non dovrà essere inferiore ad euro 30.000,00 (trentamila) e non superiore ad euro 3.000.000,00 (tre milioni). SPORTELLO IN FASE DI APERTURA-MANCA IL DECRETO CHE SANCISCE I CRITERI E LE MODALITA’.

 

BANDO R&S “MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO” Il bando, attuato con procedura valutativa “a sportello”, prevederà l’agevolazione di progetti di Ricerca&Sviluppo di importo compreso fra 800.000 euro e 3 milioni di euro. L’agevolazione concedibile è rappresentata da un finanziamento agevolato per una percentuale delle spese ammissibili complessive (70% per le piccole imprese, 60% per le medie e 50% per le grandi), con tasso pari al 20% del tasso di riferimento vigente alla data di concessione, fissato sulla base di quello stabilito dalla Commissione europea. In ogni caso il tasso agevolato non può essere inferiore a 0,8%. MANCA  DECRETO ATTUATIVO.

 

BANDO N.I.D.I. REGIONE PUGLIA Nidi è lo strumento con cui la Regione Puglia offre un aiuto per l’avvio di una nuova impresa con un contributo a fondo perduto e un prestito rimborsabile. L’obiettivo di Nidi è quello di agevolare l’autoimpiego di persone con difficoltà di accesso al mondo del lavoro. BANDO A SPORTELLO APERTO DAL 13 FEBBRAIO 2014 – SONO DISPONIBILI 54 MILIONI DI EURO

 

ACCESSO AL CREDITO – FONDO DI GARANZIA PER STARTUP E PMI  Destinato alle piccole e medie imprese di ogni settore per qualunque operazione finanziaria nell’ambito dell’attività imprenditoriale, l’intervento del Fondo assistito dalla garanzia dello Stato abbatte il rischio sull’importo garantito fino a 2,5 milioni di euro, facilitando l’accesso al credito. SEMPRE APERTO

 

REGIMI DI AIUTI TITOLO II E TITOLO II TURISMO REGIONE PUGLIA Obiettivo dell’azione è favorire lo sviluppo delle attività economiche delle imprese di piccole dimensioni facilitando l’accesso al credito.
I beneficiari degli aiuti agli investimenti iniziali sono: microimprese (impresa che occupa meno di 10 persone, realizza un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di euro; imprese di piccole dimensioni (impresa che occupa meno di 50 persone e realizza un fatturato annuo o un totale di bilancio non superiori a 10 milioni di euro).  SCADENZA 30 GIUGNO 2014 ( POSSIBILITA’ DI RIDOTAZIONE FINANZIARIA )

 

MICROCREDITO REGIONE PUGLIA Il Microcredito d’Impresa è lo strumento con cui la Regione Puglia offre alle microimprese pugliesi già operative e non bancabili un finanziamento per realizzare nuovi investimenti. BANDO A SPORTELLO ( 42 MILIONI DI EURO )

 

Se necessiti la consulenza di un professionista compila il form Contatti per richiedere un appuntamento presso il nostro studio

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.